2099

Home Eventi Convention StarCon 2015, benvenuta
04
May

StarCon 2015, benvenuta

Qualche anno fa fu effettuato, in maniera piuttosto informale, una sorta di sondaggio, a cura del “Doctor Who Hermits United” su come si sarebbe dovuta svolgere un’ipotetica convention su Doctor Who in Italia e se sarebbe stata gradita la presenza di un ospite a tema.

Immeritatamente, avendo scritto qualche pezzo sul Dottore su queste pagine, fui contattato anche io e, nell’esprimere il mio apprezzamento per un eventuale convention con ospite, dissi anche che, se l’invito fosse stato rivolto a Karen Gillan, sarebbe stato l’avverarsi di un sogno.

Non vi nascondo il mio stupore quando nel dicembre 2014 fu ufficializzata, insieme alla nascita di una nuova realtà a livello di convention, la StarCon, la presenza, come ospite per la parte dedicata a Doctor Who proprio della bellissima Karen.

Se avete avuto la pazienza di leggere fin qui, lo dubito, veniamo al punto del discorso, la StarCon.

Una nuova convention, che proprio nuova non è, nascendo dalle esperienze della Sticcon e della Reunion, che si è svolta lo scorso, lungo weekend, tra il 29 aprile e il 3 maggio nella ormai classica cornice del Centro Congressi di Bellaria – Igea Marina.

Dentro a questo nuovo contenitore confluivano, in rigoroso ordine di libretto, la Sticcon XXIX, la Italcon 41, la Yavicon XIII e il raDWHUno 10.

I frequentatori cronici di Sticcon come il sottoscritto, malgrado l’assenza degli ultimi anni, non hanno trovato nulla di nuovo nel colpo d’occhio di insieme, ma, allo stesso tempo, un grande senso di rinnovamento.

In primo luogo la moltitudine di facce nuove, tanti giovani e giovanissimi, arrivati sull’onda del successo, finalmente, di Doctor Who in Italia.

In secondo luogo gli ospiti, Karen su tutti, così affabile, carina, disponibile e rilassata. Un bel passo avanti rispetto a tante star imbolsite e piene di se. E, soprattutto, una grande differenza di attitudine tra un’attrice europea e le, a volte davvero insopportabili, sue colleghe statunitensi.

Come sempre non vi farò il resoconto di quello che è successo, nel web troverete tutto e in maniera ben più ampia e corretta di quanto possa raccontare io dal piccolo di una presenza di poche ore al sabato.

Vorrei però, come di consueto, rimarcare alcune cose.

Prima di tutto la grandissima cortesia e pazienza del personale della reception.

In secondo luogo una gestione finalmente all’altezza delle file e delle chiamata per foto ed autografi (va bene che la mia ultima Sticcon “reale” fu nel 2008 e che le cose magari erano già migliorate da allora, ma rimarcare non nuoce).

Terza cosa, il coordinamento costante di Sua Eminenza l’Esimio Massimo Romani che non ricordavo così iperattivo e presente, almeno a mia memoria.

Ma non sarebbe un mio scritto senza un piccolo appunto, rivolto, con molta umiltà e benevolenza, ai ragazzi della sicurezza. Capisco che il vostro non è un lavoro facile e comporta una buona dose di responsabilità, ma un sorriso in più o un atteggiamento più “paternalistico” verso la grande massa di giovani nuovi arrivati, specie quando l’ospite di turno si dimostra così dolce e tranquilla verso tutto e tutti, non avrebbero guastato.

Visto che sarò già venuto a noia di tutti, saluto i vecchi amici rivisti dopo più o meno tempo (non cito nessuno per non fare gaffe) e i nuovi amici di due navi della flotta di stanza in Emilia Romagna (anche qui non cito le navi perché sbaglierei di sicuro) con le quali ho passato una piacevole pausa pranzo. Un saluto da Claudio ;)

Concludo, finalmente, rivolgendo una scherzosa domanda a Gabriella Cordone, approfittando dell’occasione anche per ricordare Alberto Lisiero che, ne sono certo, ci osserva benevolmente da lassù e ci racchiude tutti, nessuno escluso, in un grande abbraccio.

Ma è una mia impressione o si è creata una sorta di sorellanza, mi auguro non Bene Gesserit, dei dottori dentro gli Hermits? :)

Share

blog comments powered by Disqus
Ultimo aggiornamento Lunedì 04 Maggio 2015 08:25  

Seguici su


Facebook