2099

Home Libri LA SPADA, IL CUORE, LO ZAFFIRO
11
Oct

LA SPADA, IL CUORE, LO ZAFFIRO

La Spada, il Cuore, lo Zaffiro è la sesta uscita della collana Memorie dal Futuro, edita da Wild Boar e curata dall’associazione RiLL Riflessi di Luce Lunare.

Memorie dal Futuro è una collana di antologie personali, dedicate ai racconti degli autori che più si sono distinti nei concorsi letterari organizzati da RiLL (in particolare: nell’ambito del Trofeo RiLL per il miglior
racconto fantastico, uno dei maggiori premi italiani del settore, con circa 250 racconti partecipanti all’anno).

La Spada, il Cuore, lo Zaffiro propone i racconti fantasy di Antonella Mecenero: insegnante piemontese, autrice di romanzi gialli e storie fantasy. I suoi racconti sono stati premiati in molti concorsi letterari.

La Spada, il Cuore, lo Zaffiro è un’antologia di dieci storie, che spiccano per la qualità della scrittura e per il tono lieve, ma non superficiale, con cui sono narrate.
Inoltre, ed è un cambiamento per la stessa collana cui appartiene, La Spada, il Cuore, lo Zaffiro ospita quattro racconti che appartengono a uno stesso corpus, perché tutti ambientati nello stesso mondo fantasy: il Leynlared, un regno formato da cinque regioni, che Antonella Mecenero ha creato mischiando elementi medievali e rinascimentali. I quattro racconti dal Leynlared, che occupano la seconda metà del volume, tratteggiano un affresco di questo mondo, comunicandone la ricchezza e il fascino.

Nei racconti de La Spada, il Cuore, lo Zaffiro ci sono i migliori ingredienti del genere fantasy: draghi, magie, tesori, battaglie, fantasmi, complotti… Tutto il necessario per soddisfare il senso del meraviglioso di ogni lettore. Ma sono storie buone anche per rivisitare il fantasy, visto che hanno spesso e volentieri protagonisti inattesi, lontani dagli archetipi del genere.
Questo è particolarmente evidente per i racconti dal Leynlared ambientati negli anni del regno del principe Amrod: tre storie in cui il tema della diversità (nell’orientamento sessuale) è centrale per caratterizzare il personaggio, le sue azioni e la storia stessa del regno. E il merito di Antonella Mecenero è quello di trattare questo elemento con intelligenza, riuscendo a rispettare i topos del genere, a evitare le banalità del politicamente corretto, e a descrivere un mondo complesso, dove anche i pregiudizi hanno una causa, se non addirittura qualche buona ragione (lo decideranno i lettori) di esistere.

Proprio perché i protagonisti di questi racconti sono spesso inattesi, “diversi”, è grande la cura della loro caratterizzazione psicologica, come spiega la stessa autrice: “Il fantastico, come tutta la narrativa, parla principalmente di noi, in quanto esseri umani. Temo che, anche se abitassimo davvero in un mondo popolato di draghi e fantasmi, i mostri peggiori rimarrebbero quelli che vivono dentro il nostro animo. Questo è il nucleo della mia narrativa. In ognuno di questi racconti i personaggi devono fare i conti principalmente con sé stessi, per capire chi sono, cosa desiderano o accettare le conseguenze di cosa sono diventati.”

La Spada, il Cuore, lo Zaffiro propone i racconti fantasy di un’autrice che merita l’attenzione di tutti gli appassionati di Fantastico e delle buone letture: Antonella Mecenero.
Il libro è disponibile da ottobre 2016.

Share

blog comments powered by Disqus
 

Seguici su


Facebook