2099

Home Libri
Libri

Ultimi giorni per partecipare al XIX Trofeo RiLL

Ultime due settimane per partecipare al XIX Trofeo RiLL per il miglior racconto fantastico, uno dei piu´ longevi premi letterari italiani per racconti fantasy, horror, di fantascienza e, in generale, per tutte le storie che si pongano, per trama o personaggi, aldi la´ del "reale" e del "verosimile".

Il Trofeo RiLL e´ organizzato senza scopo di lucro dall'associazione RiLL Riflessi di Luce Lunare, attiva da oltre vent´anni. Sono piu´ di 200 i racconti che partecipano a ogni edizione, provenienti dall´Italia e dall´estero (Australia, Canada, Giappone, USA, e paesi dell´Unione Europea).

I dieci racconti finalisti del XIX Trofeo RiLL saranno scelti da RiLL fra tutte le opere pervenute, che saranno valutate in forma anonima, considerando in particolare l´originalita´ della storia e la qualita´ della scrittura. I risultati finali del concorso saranno poi stabiliti dalla Giuria Nazionale, formata da scrittori (tra cui Donato Altomare, Mariangela Cerrino, Francesco Dimitri, Giulio Leoni, Gordiano Lupi, Massimo Mongai, Massimo Pietroselli e Sergio Valzania), giornalisti e autori di giochi (fra gli altri: Andrea Angiolino, Renato Genovese, Luca Giuliano e Beniamino Sidoti).

Share
Ultimo aggiornamento Domenica 10 Marzo 2013 12:57 Leggi tutto...
 

Edizioni Scudo novità - il segreto dell'universo

Cari lettori e lettrici, autori ed autrici,
proprio sotto elezioni, forse le più strane della storia italiana, una antologia di autori noti (come Renato Pestriniero e Vittorio Catani) e altri autori della nostra scuderia che ha come temi chi siamo, perchè siamo qui e dove stiamo andando; una bella differenza dalla prosaicità elettorale...

IL SEGRETO DELL'UNIVERSO - ANTOLOGIA
Abbiamo chiesto a gli autori di questa antologia di arrivare all’estremo limite, a quello che forse è il tabù più inconfessato della nostra epoca. Stiamo parlando di sesso? Di qualche assurda perversione?
No. Parliamo semplicemente delle convinzioni che ognuno ha sul perché dell’universo, della vita e tutto quanto (e se qualcuno sta già pensando che la risposta sia 42 lo mandiamo immediatamente a bere un caffè al ristorante al termine dell’universo!).
Ma qual è questa volta il gioco che si è giocato tra editore ed autori?
Questa volta il patto, la vera sfida, sta nella sincerità.
Non abbiamo chiesto di scrivere un racconto con una bella trovata, un buffo paradosso tanto per incantare i lettori con la propria bravura.
Share
Leggi tutto...
 

Presentazione de "Il Carnevale dell'Uomo Cervo e..."

A un mese dalla scadenza del XIX Trofeo RiLL per il miglior racconto fantastico (20 marzo), l´associazione RiLL Riflessi di Luce Lunare invita tutti gli appassionati alla presentazione romana dell´antologia "Il Carnevale dell´Uomo Cervo e altri racconti dal Trofeo RiLL e dintorni" (collana "Mondi Incantati", ed. Wild Boar, 2012), la piu´ recente raccolta di racconti fantasy, horror e di fantascienza curato da RiLL. L´incontro si svolgera´ sabato 2 marzo, dalle 18:00, presso la Libreria Altroquando (via del Governo Vecchio 80, adiacente Piazza Navona). Durante la presentazione si parlera´ anche dell'altro volume curato da RiLL nel 2012: l´antologia "Domani Forse Mai" (ed. Wild Boar, 2012), dedicata ai racconti fantastici di Francesco Troccoli.

"Il Carnevale dell´Uomo Cervo e altri racconti dal Trofeo RiLL e dintorni" ospita i racconti premiati nei concorsi letterari banditi da RiLL nel 2012, e in particolare i migliori racconti del XVIII Trofeo RiLL: un premio letterario per storie al di la´ del reale e del verosimile, organizzato senza  scopo di lucro dal 1994, e a cui partecipano ogni anno piu´ di 200 testi, scritti da autori residenti in Italia e all´estero (Australia, Giappone, USA, oltre che paesi europei). Il libro prende il nome dal testo vincitore del XVIII Trofeo RiLL, scritto dal torinese Luigi Musolino e ispirato all´omonima festa popolare di Castelnuovo al Volturno (in Molise).

Share
Leggi tutto...
 

Alveare e dintorni di Gianluca Turconi

Vi segnaliamo una interessante raccolta di racconti fantascientifici dal titolo "Alveare e dintorni" scritta da Gianluca Turconi.

Di seguito qualche breve spunto sull'opera e un breve ritratto dell'autore.

ALVEARE E DINTORNI

Come lampi giunti dal futuro, i racconti compresi in questa antologia personale ci parlano di una fantascienza dura e cruda, e allo stesso tempo divertente, che spazia da uno cyberpunk feroce a guerre interplanetarie tra umani e razze mai viste, passando per un futuro prossimo ironicamente simile al presente eppure tanto diverso. Toccando con approcci diversificati argomenti e problemi della vita quotidiana quali la libertà di pensiero, l’adozione, la pornografia, la salvaguardia delle risorse idriche, la fede e il lavoro, l’autore traccia i confini della possibile evoluzione dell’uomo, nei rapporti con se stesso e con la tecnologia.

I racconti inclusi sono:

Share
Leggi tutto...
 

Philip K. Dick - Il cerchio del robot

Scritto nel 1956 ed edito solamente nel 1988 dalla Harbor House/William Morrow di New York,  Il cerchio del robot (titolo orginale The Broken Bubble), come altre opere mainstream di Philip K. Dick, è frutto degli anni in cui il giovane autore era convinto di avere i mezzi per ‘sfondare’ a un livello letterario più riconosciuto e apprezzato di quello in cui erano rinchiusi e isolati i generi narrativi allora considerati minori - la science-fiction ancora più del poliziesco e del gotico. Pur proponendosi come un romanzo di vita contemporanea, comprende tuttavia un intreccio secondario di ordine fantascientifico, a cui allude anche il titolo della traduzione italiana, scelto per mettere in evidenza l’inutilità dei tentativi dei personaggi principali di sfuggire dalle regole imposte da una società ancora fortemente repressiva, che li riduce ad automi. Una narrazione convincente proprio perché frastagliata e in divenire che segna l’inizio di quel cammino narrativo che porterà l’autore, nel giro di un quinquennio e dopo un nuovo matrimonio, a rivisitare, in The Man in the High Castle (La svastica sul sole), San Francisco sotto la dominazione di un governo straniero, e attraverso gli occhi alieni del funzionario giapponese Tagomi.

San Francisco, anni Cinquanta. Jim Briskin è uno speaker radiofonico di successo che non riesce a lasciarsi definitivamente alle spalle il rapporto con la sua ex moglie Patricia. Art Emmanual è un assiduo ascoltatore del programma di Jim e vive in un seminterrato insieme a sua moglie Rachael, da cui sta per avere un bambino. Vite il cui unico punto di contatto è la voce di una radio si intersecano in occasione di una cena a casa della giovane coppia, durante la quale ciò che resta delle macerie del matrimonio di Jim e Patricia – la loro distruttiva interdipendenza, quel destino di perdizione che, inesorabile, li accomuna – finirà per contagiare le ‘normali’ esistenze dei due ragazzi. Art sarà sedotto dalla donna e si ritroverà invischiato in una relazione che screditerà entrambi, mentre Rachel seguirà Jim in Messico, affidando all’uomo la propria vita e quella del bambino che ha in grembo. Fanno da sfondo le insicurezze dell’America del Dopoguerra, di due generazioni in cerca di nuovi punti di riferimento e separate da una distanza netta, nella quale Philip K. Dick colloca con notevole capacità immaginifica personaggi improbabili e incoerenti. Alla fine, l’unica via per Jim e Pat sarà quella di tornare sui propri passi, rinnegando gran parte della loro esistenza e segnando la propria sconfitta.

Share
Leggi tutto...
 


Pagina 19 di 59