2099

Home Serie TV Cosa accadde tra la prima e la seconda stagione di Spazio 1999?
21
Sep

Cosa accadde tra la prima e la seconda stagione di Spazio 1999?

Qualche giorno fa, discutendo con un carissimo amico, è venuto fuori l'argomento Spazio 1999 e, soprattutto, la seconda stagione che vide radicali cambiamenti nelle ambientazioni e nel cast.

Sappiamo tutti che le modifiche furono dovuto ad un cambio nella produzione, che vide coinvolti gli statunitensi che diedero un'impronta molto più action e leggera, più consona la pubblico USA.

Ma tutti noi, all'epoca, ci chiedemmo...che fine ha fatto il prof. Bergman? E questo Tony Verdeschi, da dove esce?

Nel serial non abbiamo nessun elemento che ci chiarisca le idee ma esiste una versione ufficiale della transizione tra prima e seconda stagione narrata nel volume "Gli alieni dai mille volti" edito nel lontano 1979, dalla AMZ, che altro non era che il racconto dei primi due episodi, con ampio supporto fotografico, liberamente adattato da Gianni Padoan, curatore dell'opera.

Ecco quindi svelato il mistero...

"Pochi giorni prima la Base Alfa era stata ingoiata da un "buco nero" [...] Dall'altra parte del "buco nero" si erano trovati a un tratto in un cosmo del tutto diverso; e il computer aveva stabilito che erano stati proiettati a una distanza di ben sei anni-luce dal punto in cui erano appena pochi secondi prima!

Purtroppo l'attraversamento del corridoio cosmico non era avvenuto senza conseguenze letali. L'anziano professor Bergman, la cui vita era sostenuta da una valvola elettronica impiantata nel cuore, non aveva retto alla spaventosa pressione ed era morto. La stessa sorte era toccata a David Kano, il nigeriano addetto al computer centrale, a cui una valvola simile era stata impiantata nel cervello. Tra le numerose vittime era stato anche Paul Morrow, fulminato dall'esplosione della sua mensola di controllo.

Il personale della base si era ridotto bruscamente a duecentonovantasette unità, rendendo necessaria una nuova distribuzione di compiti. Tony Verdeschi - un italo-americano deciso ed energico - aveva preso il posto di Morrow; i compiti del cibernetico erano stati ripartiti tra diversi operatori; ma nessuno aveva potuto sostituire la scienza e la genialità di Victor Bergman."

Share

blog comments powered by Disqus
Ultimo aggiornamento Mercoledì 21 Settembre 2011 20:05  

Seguici su


Facebook